Come scegliere

(Guida all'acquisto del paralume adatto)
 
Questa guida segue lo stesso menù che trovate in alto in ogni pagina: se ad esempio vi interessano i "Paralumi per lampade" oppure le "Ventole da parete", cercate le stesse voci qui di seguito.


"PARALUMI PER LAMPADE" :

1) Avete già un paralume che volete cambiare perchè si è invecchiato?
Se lo desiderate il più simile possibile, allora prendetene le misure (diametro inferiore - diametro superiore - lato) e confrontatelo con le nostre tabelle.
Poi scegliete il materiale e le eventuali rifiniture aggiuntive e potrete procedere all'ordinazione.
Importante: per poter fare il vostro paralume abbiamo bisogno di sapere il tipo e la profondità dell'attacco.
Fate così: prendete il vecchio paralume e con un righello misurate il foro dell'anello di attacco. Se il foro è di circa 29 mm. si tratta di attacco E14 (per lampadina piccola) - se il foro è di circa 42 mm. si tratta di attacco E27 (per lampadina grande).
La profondità dell'attacco è la distanza tra l'anello e il fondo del paralume (generalmente 2 o 3 cm).
Da notare che esistono altri tipi di attacchi molto vecchi e fuori norma (i vechi "mignon" ed "edison") oppure attacchi a rondella, pertanto se le misure che vi abbiamo indicato non vi corrispondono, non esitate a contattarci ed individueremo subito il problema.

2) Avete una lampada ma non avete mai avuto un paralume oppure lo volete del tutto diverso da quello di prima?
La cosa più semplice è che ci mandiate via e-mail una foto della vostra lampada indicandocene l'altezza e noi vi sapremo consigliare per il meglio.
Comunque, in linea di massima, queste sono le nostre indicazioni:
i modelli "Classico", "Tronco cono" e "Svasato" vanno generalmente bene su tutte le lampade;
il modello "Anello" va bene solo su lampade o piantane con 2 o più luci;
i Cilindri vanno bene solo su lampade moderne a stelo sottile;
i modelli "Quadrato" ed "Ovale" vanno bene solo su lampade che hanno la stessa forma.
Molto importante è la scelta del materiale e del colore: se avete bisogno di molta luce orientatevi su tessuti chiari (bianco o avorio) oppure sulle pergamene.
Se desiderate un paralume colorato, il colore deve essere intonato a quello della lampada (oppure quest'ultima deve essere assolutamente neutra ossia bianca o di vetro trasparente).
Da ultimo non dimenticatevi le rifiniture poichè sono queste che fanno la differenza tra un paralume qualunque e quello che invece si vede essere nato proprio per la vostra lampada.
Ad esempio, se avete una lampada in ottone metteteci una rifinitura oro, se avete una ceramica, poniamo con foglie verdi, metteteci una soutache verde (e se la ceramica è multicolore si possono abbinare 2 soutache di colori diversi).


"PARALUMI A SOSPENSIONE" :

I paralumi a sospensione sostituiscono la vecchia idea del lampadario pesante e con tante lampadine.
Avrete solo l'imbarazzo della scelta tra i vari modelli e materiali disponibili.
Più che la forma, sarà importante scegliere la grandezza adatta per l'ambiente dove andranno collocati: vi consigliamo di non farli troppo piccoli per non perdere l'effetto di arredo che hanno.
Se avete bisogno di molta luce orientatevi su tessuti chiari (bianco o avorio) oppure sulle pergamene.
Se invece vi piace l'effetto scenico di un paralume colorato, l'importante sarà scegliere un modello di tipo largo ("Cilindro basso", "Anello", "Svasato") in modo da non ostacolare la diffusione della luce verso il basso.
Per quanto riguarda il sistema di sospensione del paralume, scegliete cordoni o catene per un ambiente classico oppure scegliete i vari tipi di cavi per gli ambienti moderni.
Considerate che potrete mettere paralumi a sospensione in qualsiasi ambiente, anche bagni e cucine ( in questo caso sono consigliabili materiali che non temono l'umidità come fibre di vetro e policarbonati).


"VENTOLE PER LAMPADE" :

Le ventole vengono chiamate anche "mezzi paralumi" perchè hanno la caratteristica di avere la sola parte anteriore a nascondere la lampadina.
Questo permette di guadagnare molto spazio con il loro utilizzo, in quanto le lampade sulle quali vengono montate (siano esse da tavolo, da comodino o piantane) possono essere accostate a muro con un ingombro minimo in profondità.
Stanno bene su tutte le lampade eccetto quelle di forma sferica o troppo "panciute".
Non sono adatte solo se la lampada viene posizionata davanti ad uno specchio o se ci si può passare dietro, poichè in questi casi vedreste la lampadina direttamente o di riflesso.
Il modello "Semplice" (forma semicilindrica) va bene su qualunque stile, mentre il modello "Scudo" va bene sul classico.


"VENTOLE DA PARETE" :

Le ventole da parete funzionano come appliques.
Pertanto se avete i fili già predisposti che escono dalla parete, questa è un'ottima soluzione di arredamento.
Data la loro leggerezza possono essere messe ovunque, anche su pareti in legno.
Potete adoperarle in ogni ambiente, dalle più grandi per il salone alle più piccole da mettere sul muro sopra i comodini al posto delle abatjour.
E' importante porre attenzione al colore e al materiale che sceglierete, infatti si può decidere di non farle quasi notare (ad esempio facendole bianche su muro bianco), oppure si può decidere di esaltarle scegliendo colori in contrasto con la parete.
Anche la rifinitura è importante, può essere essenziale ed in tinta con il materiale scelto, oppure di richiamo al colore dominante dell'ambiente: se ad esempio ho pareti bianche ed arredo blu, posso scegliere una ventola bianca incorniciata da una rifinitura blu che mi richiama il colore e non mi toglie luce.


"CONETTI E VENTOLINE" :

I conetti si usano per coprire le lampadine sui lampadari a bracci.
La prima domanda di chi si accinge ad acquistarli è: "mettendo i conetti sui lampadari avrò meno luce?"
Scegliendo materiali come la pergamena oppure lo shantung o il cotone nelle tinte bianco o avorio, i conetti creano un effetto di diffusione della luce che evita il fastidioso effetto puntiforme delle lampadine nude.
In questo modo il modesto assorbimento di luminosità diviene irrilevante di fronte al guadagno del comfort dato dalla luce diffusa, senza considerare che i conetti aumentano notevolmente il valore di arredo dei lampadari. Diverso il caso se scegliamo tessuti colorati come giallo oro, rosso, verde, blu o nero, che pur avendo grande effetto estetico, diminuiscono sensibilmente la quantità di luce emessa.
Scegliete il modello "Classico" se le luci sono molto ravvicinate, scegliete invece il modello "Svasato" se le luci sono piuttosto distanti tra di loro (almeno 25 cm tra una lampadina e l'altra).

Discorso identico vale per le appliques dove, al posto dei conetti, sceglieremo le ventoline.
Il modello "Semplice" (di forma semicilindrica) va bene su tutti gli stili, mentre i modelli "Scudo" e "Venezia" vanno bene sul classico.


"CILINDRO WORLD" :

Ebbene qui non abbiamo niente da consigliarvi:
visitando la pagina avrete visto il potenziale di utilizzo di questa semplice forma, pertanto non vi resta che provare ad arredarci la vostra casa!



Monaco Lumi - Via Costantino Morin, 25 - 00195 Roma
p.iva 10015410581
tel. 3664694675 - 3396353834 - e-mail: info@paralumivenditaonline.com

Visitate anche il nostro sito accendilaluce.com per lampade, lampadari e appliques in ottone